31

gen

INPS - INDENNITA┤ MENSILE DI FREQUENZA ALUNNI

Cari Genitori,

per Vostra informazione, Vi comunico che l’INPS eroga un assegno di “INDENNITA’ MENSILE DI FREQUENZA”, per gli alunni disabili.

 

Il beneficio spettaAGLI ALUNNIminori di 18 anni con difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie dell’età, nonché ai minori ipoacusici che presentino una perdita uditiva superiore ai 60 decibel nell'orecchio migliore nelle frequenze di 500, 1.000, 2.000 hertz, che soddisfano i requisiti sanitari e amministrativi previsti dalla legge.

L’indennità è corrisposta per tutta la durata della frequenzaa scuola(fino a un massimo di 12 mensilità).

Per il 2019 l’importo è di 285,66 euro mensili.

Il limite di reddito personale annuo,per il 2018,è pari a 4.906,72 euro.

 

L’indennità di frequenza spetta a chi:

  • ha meno di 18 anni;
  • ha avuto, a seguito di accertamento sanitario, il riconoscimento di difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della minore età oppure della perdita uditiva superiore a 60 decibel nell'orecchio migliore nelle frequenze 500, 1.000 e 2.000 hertz;
  • frequenta in maniera continua o periodica centri ambulatoriali, centri diurni anche di tipo semi-residenziale, pubblici o privati, operanti in regime convenzionale, specializzati nel trattamento terapeutico, nella riabilitazione e nel recupero di persone portatrici di handicap;
  • frequenta scuole pubbliche o private di ogni ordine e grado a partire dagli asili nido;
  • frequenta centri di formazione o addestramento professionale pubblici o privati, purché convenzionati, finalizzati al reinserimento sociale dei soggetti;
  • si trova in stato di bisogno economico;
  • è cittadino italiano;
  • è cittadino straniero comunitario iscritto all’anagrafe del comune di residenza;
  • è cittadino straniero extracomunitario in possesso del permesso di soggiorno con validità annuale (articolo 41, Testo Unico immigrazione);
  • ha residenza stabile e abituale sul territorio dello Stato.

Si ricorda, che l’ente erogatore è l’INPS e non il Comune.

 

Per maggiori informazioni, consultare:

https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=50195

 

Giuliana Di Rito

Assessore all’Istruzione